Logo Comune di Pace del Mela
Comune di 
Pace del Mela
Città Metropolitana di Messina 

Sostegno al pagamento dei canoni di locazione abitazione di residenza

  FONDO EMERGENZA COVID-19 DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO 27

SOSTEGNO AL PAGAMENTO DELLE UTENZE E/O

DEL CANONE DI LOCAZIONE DELL’ABITAZIONE DI RESIDENZA.  

AVVISO PUBBLICO

A favore dei soggetti facenti parte di nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza socio-assistenziale da CODIV-19, in ottemperanza a quanto previsto dalla Deliberazione del Comitato dei Sindaci n° 5 del 24-04-2020  è disposta la concessione di

CONTRIBUTI PER AFFITTI E/O UTENZE ( ENERGIA ELETTRICA E GAS)

a valere sul Fondo Emergenza Covid-19 cui confluiscono le risorse delle azioni progettuali rimodulate dei Piani di Zona 2010/12 e 2013/15 con la suindicata Deliberazione di Comitato.

Soggetti beneficiari

Sono beneficiari i nuclei familiari residenti nel Comune di Pace del Mela appartenente al Distretto socio sanitario n.27 che si trovino in uno stato di disagio socio-economico, anche se non già in carico ai servizi sociali, che a causa dell’eccezionalità dell’emergenza Covid 19, si trovano nella impossibilità di procedere con il pagamento delle utenze e/o del canone di locazione dell’abitazione di residenza. Il contributo, potrà essere erogato per più mesi in relazione alle disponibilità del fondo di emergenza e al protrarsi dell’emergenza COVID 19, nel rispetto delle disposizioni della circolare assessoriale n. 2 del 1/04/2020.

 

Requisiti per l’accesso e assegnazione del contributo.

I requisiti di accesso ai benefici del Fondo di Emergenza COVID-19 sono i seguenti:

  1. a) residenza nel Comune in cui viene inoltrata la richiesta;
  2. b) per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità;
  3. c) (per la sola richiesta di contributo per l’affitto) titolarità di un contratto di locazione o di assegnazione in locazione di unità immobiliare ad uso abitativo. Per i contratti di gestori pubblici la titolarità è dimostrata dal pagamento dei canoni;
  4. d) mancanza di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare. Il presente requisito deve essere posseduto da tutti i componenti il nucleo familiare.
  5. e) utenze (LUCE-GAS) scadute (e non pagate) o in scadenza per i mesi del periodo emergenziale, riferite all’immobile di abitazione principale intestate ad uno dei componenti del nucleo familiare;

I beneficiari dell’intervento economico devono essere individuati prioritariamente tra quelli che non dispongono al momento di alcuna forma di reddito e che non siano inclusi tra i destinatari degli interventi nazionali attivati a supporto dei lavoratori ( Naspi, Indennità di mobilità, CIG, ecc.) e ovviamente non già destinatari del reddito di cittadinanza, salvo modifiche nella situazione familiare ed  economica.

I contributi per singolo nucleo familiare e per entrambe le tipologie  di sostegno avranno un valore unitario massimo di:

  • 280,00 € per l’affitto + 80,00 € per utenze per un nucleo composto da una sola persona;
  • 280,00 € per l’affitto + 90,00 €  per utenze per un nucleo composto da due persone;
  • 280,00 € per l’affitto + 100,00 € per utenze per un nucleo composto da tre persone;
  • 280,00 € per l’affitto + 110,00 € per utenze per un nucleo composto da quattro persone;
  • 280,00 € per l’affitto + 120,00 € per utenze per un nucleo composto da cinque e più persone;

 

La quota dell’affitto rimborsabile è quella dichiarata dal richiedente nell’istanza, per un importo massimo di € 280,00.

La quota delle utenze rimborsabile è quella dichiarata nell’istanza, fino all’importo massimo previsto in relazione alla composizione del nucleo familiare.

Il contributo, nella quota spettante calcolata secondo i criteri suindicati, verrà erogato prioritariamente agli intestatari della scheda anagrafica del nucleo familiare, residenti nei Comuni del Distretto, il cui nucleo familiare presenta le seguenti condizioni:

  1. non percepisce alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere continuativo di alcun genere;
  2. non risulta destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominata (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, ecc.);

Qualora le risorse risultino insufficienti ad assegnare i contributi nella quota dovuta a tutti i richiedenti rientranti nella fattispecie di cui alla lettera a) e b), l’entità degli stessi,  sarà proporzionalmente ridotta in relazione alle risorse disponibili.

 

Nel caso in cui vi sia disponibilità di risorse, esitate le istanze dei beneficiari di cui alle lettere a) e b), il contributo potrà essere erogato anche a favore di :

  1. c) nuclei familiari percettori di reddito e/o destinatari di precedenti forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato .

 

Non saranno prese in considerazione le istanze dei nuclei familiari il cui reddito o  le cui forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato,  superano i seguenti parametri economici:

  • 500,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
  • 600,00 € per un nucleo composto da due persone;
  • 700,00 € per un nucleo composto da tre persone;
  • 800,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
  • 900,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone.

Sono da escludersi dal calcolo dei valori economici i buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, ed i trattamenti assistenziali percepiti dai portatori di disabilità ( es. indennità di accompagnamento,  contributo di disabilità gravissima, indennità di frequenza, ecc.).

Per i nuclei familiari che si trovano nella fattispecie di cui alla lettera c), qualora le risorse risultino insufficienti ad assegnare i contributi nella quota dovuta, l’entità degli stessi sarà proporzionalmente ridotta in relazione alla disponibilità economica.

 

Tipologia del sostegno

  • Il contributo può essere richiesto per il pagamento delle utenze e del canone di locazione oppure per i nuclei familiari che risiedono in abitazioni di proprietà solo per le utenze.
  1. A) Pagamento utenze. Si provvederà al pagamento, a mezzo bonifico bancario in favore del richiedente, a tal fine nella domanda questi deve indicare il proprio IBAN; per coloro che non fossero in possesso dell’IBAN si procederà ad emettere mandato di pagamento presso la tesoreria comunale.

L’importo sarà erogato con riferimento alla sommatoria degli importi di tutte le bollette allegate e comunque non superiore all’importo massimo concedibile (vedi sopra).

  1. B) Pagamento canone di locazione. Si provvederà al pagamento del contributo del canone mensile di locazione della casa di residenza a partire dal mese di marzo attraverso bonifico al richiedente (al medesimo IBAN di cui sopra). L’importo erogato sarà pari al canone di locazione, escluse le spese accessorie e condominiali, e comunque non superiore all’importo massimo concedibile di € 280,00.

Entro 15 giorni dal ricevimento del contributo il beneficiario è tenuto a trasmettere preferibilmente a mezzo mail all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Pace del Mela, la copia della ricevuta di pagamento del canone di locazione rilasciata dal proprietario di casa e copia delle ricevute delle bollette pagate. Agli inadempienti  verrà richiesto la restituzione del contributo concesso.

Modalità di presentazione dell’istanza

Le richieste di accesso al Fondo di Emergenza COVID-19 dovranno essere presentate dall’intestatario della scheda anagrafica, all’ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza, utilizzando esclusivamente il modello di istanza predisposto.

Le dichiarazioni sono rese dal richiedente sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) e quindi soggette a sanzioni amministrative e penali in caso dichiarazioni mendaci.

Il modello di istanza con dichiarazione (sotto riportata in modalità editabile) deve pervenire al Comune entro l’ 8 giugno 2020, e dovrà essere presentata, nel rispetto delle normative vigenti in tema di contenimento della mobilità e in considerazione delle modalità organizzative nell’ufficio stesso:

  • esclusivamente in formato Pdf, prioritariamente a mezzo e-mail/PEC, al seguente indirizzo protocollo@pec.comune.pacedelmela.me.itnon saranno accolte domande trasmesse in formato diverso da quello indicato

oppure presso

  • Ufficio protocollo sito nel palazzo municipale – p.zza Municipio 37
  • Ufficio di Segreteria asilo nido di Giammoro

Spetta all’Amministrazione comunale procedere a idonei controlli, anche  a campione, sulla veridicità delle istanze ricevute. Eventuali false dichiarazioni, oltre rispondere del reato di falso alle autorità competenti, faranno perdere al nucleo familiare destinatario ogni diritto in relazione al presente Avviso con obbligo di restituzione delle somme percepite.

Le domande incomplete non saranno ritenute valide ai fini della concessione del contributo.

Per informazioni è possibile contattare telefonicamente:

  • l’ufficio Servizi Sociali del comune di residenza ai seguenti numeri: cell. 3293174535 oppure

090/2402349 int. 4243-4216

  • l’ ufficio di segreteria asilo nido di Giammoro al nr. 090/9384751.

Il Responsabile del procedimento è il Dott. Filippo Santoro.

 Informativa sul trattamento dei dati personali REG. UE N° 679/2016

Il Comune in qualità di titolare del trattamento, tratterà i dati personali conferiti con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per l’esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico o comunque connessi all’esercizio dei propri pubblici poteri, ivi incluse le finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici. I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario alla conclusione del procedimento-processo o allo svolgimento del servizio-attività richiesta e, successivamente alla conclusione del procedimento-processo o cessazione del servizio-attività, i dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

Pace del Mela, lì 22 Maggio 2020

Il Responsabile Area 4 –Servizi al Cittadino

Del Comune di Pace del Mela

Dott. Filippo Santoro

 

Il Dirigente del 6° Settore I Servizio

del Comune di Milazzo

D.ssa Andreina Mazzù

 

Il Presidente del Comitato dei Sindaci

del Distretto socio sanitario n.27

Dott. Corrado Ximone

 

 

VEDI L’ALLEGATO MODELLO DI ISTANZA

Allegati

  • doc ISTANZA
    Dimensione file: 60 KB Downloads: 46
Top